Ritirato celebre farmaco in tutte le farmacie italiane: rischio tumori gastrici

Pericolo in campo farmaceutico: ecco qual è il celebre farmaco che è stato immediatamente ritirato dal mercato a causa di una scoperta molto rischiosa.

Nell’occhio del ciclone è finito un farmaco che cura l’ipertensione prodotto da una casa farmaceutica di importanza mondiale. Lo scopo del principio attivo contenuto in esso è quello di equilibrare la pressione del sangue e prevenire i sintomi di patologie molto gravi, prime fra tutte infarto ed ictus. Ad aver predisposto il ritiro del farmaco è stata proprio la casa farmaceutica che lo produce, dopo aver riscontrato la presenza di nitrosammine all’interno del prodotto.

Cosa sono le nitrosammine? Si tratta di composti chimici molto diffusi che si possono trovare anche negli alimenti, ma si sospetta che la loro presenza sia connessa con l’insorgere di alcune tipologie di tumori. Il farmaco di cui si parla tanto nelle ultime ore è prodotto dalla Pfizer, una delle aziende più quotate nel settore farmaceutico, la stessa casa produttrice di uno dei più famosi vaccini contro il Coronavirus.

farmacia
Foto di moakets da Pixabay

La Pfizer ritira il suo farmaco contro l’ipertensione: ecco i rischi

Gli esperti di Pfizer si sono resi conto della presenza di nitrosammine e sono corsi ai ripari richiedendo il ritiro del farmaco: stiamo parlando del prodotto che porta il nome di Accuretic(R). C’è da precisare che non sono stati segnalati effetti collaterali nocivi legati all’utilizzo di questo farmaco: piuttosto si è trattato di un ritiro preventivo connesso con l’aumento certificato del rischio di sviluppare patologie in seguito all’assunzione di nitrosammine.

scienziato farmaceutico
Foto di luvqs da Pixabay

Stando a quanto dichiarato dalla Pfizer i lotti incriminati sono semplicemente 4 ma la decisione dell’azienda è stata quella di ritirare tutti gli esemplari di quel farmaco.

Cosa faranno ora i consumatori abituali del farmaco contro la pressione alta? Questa tipologia di terapia non può essere interrotta improvvisamente quindi diventa fondamentale trovare un farmaco sostitutivo dopo aver consultato il proprio medico.

Dovrà essere uno specialista a valutare la situazione e a trovare un principio attivo capace di svolgere la stessa funzione del farmaco ritirato dal mercato: non tutti i prodotti sono equivalenti, anche se si tratta di farmaci pensati contro l’ipertensione.

Ogni medico sarà chiamato a valutare caso per caso e a fare e giuste considerazioni prima di prescrivere i nuovi farmaci, che stabilizzino la pressione senza effetti collaterali indesiderati. Intanto la Pfizer è già all’opera per sintetizzare una nuova molecola che possa fare le veci di quella ritirata in tutta fretta.