8 euro per un cappuccino a Roma: è subito polemica

La vita oggi, in Italia, è molto cara. A raccontarlo è la giornalista Sandra Amurri che ha vissuto un’esperienza “particolare” nel bel mezzo di Roma.

Negli ultimi mesi ne abbiamo sentite di tutte, i prezzi stanno aumentando drasticamente per qualsiasi settore. Dalla benzina ai generi alimentari, purtroppo la situazione non è delle migliori. Ad inserirsi in questo argomento è una situazione spiacevole ai danni di una giornalista italiana. Sandra Amurri si era recata in un bar di una nota piazza di Roma per fare colazione e rilassarsi. Ma quello che succede è tutt’altro che rilassante. Ordina il suo cappuccino e…al momento di pagare arriva la spiacevole sorpresa. Il conto per la semplice bevanda era di ben 8 euro. E se siete sorpresi, aspettate di conoscere la risposta del proprietario del bar.

Cappuccino? 8 euro, grazie!

A raccontare tutta la storia nei minimi dettagli è la giornalista che, incredula, ha voluto condividere l’episodio spiacevole con i suoi follower di twitter. Il cinguettio recitava: “Benvenuti a Roma, fine lockdown: un misero cappuccino 8,05 euro. Risposta del direttore: <<Non l’ha visto il menu? Se le sembra troppo non ci venga>>. Menu per un cappuccino?”. Le risposte non sono mancate.

C’è chi ha chiesto: “Stai a piazza del Popolo? La stessa cosa succede ovunque nei luoghi più importanti e/o storici”. Prenditi un cappuccino in piazza Duomo a Milano e vediamo se non lo paghi uguale”. Non mancano anche i commenti dei fan indignati: “Il cappuccino è fatto con latte e caffè, non con le pepite d’oro, ‘sta gente ruba i soldi e basta. Altro che pandemia”.

Bar Canova a Roma

Aumento dei prezzi in Italia

Il bar in questione si chiama Canova ed è situato nei pressi di Piazza del Popolo. E’ uno dei bar più rinomati della Capitale, e nelle ultime ore ha fatto il giro del web a causa del “caso Amurri”. E’ risaputo che i prezzi nelle principali piazze italiane, siano superiori rispetto ad altri servizi commerciali. Infatti, molti utenti hanno fatto notare alla giornalista proprio questo.

La risposta di quest’ultima è stata: “Io non ho scritto che non può farlo, resta che è sconvolgente 8 euro un cappuccino perché il bar da su Piazza del Popolo visto che la Piazza è di tutti, ricchi e poveri”. Possiamo dire che il caro prezzi c’entra ben poco, anche se, effettivamente, le materie prime coma latte, zucchero, caffè, hanno subito un aumento importante. Ma in questo caso è probabile che il prezzo “caro” sia dovuto alla posizione di prestigio del locale.