Categorie
Motori

Le auto più difettose al mondo: ce ne sono anche due italiane | Ecco quali sono

 

Oggi il mercato delle auto offre sempre tanti modelli e scegliere quello migliore non è sempre facile. Il problema riguarda anche la sua qualità, perchè spesso alcuni modelli funzionano ed altri no. L’errore che spesso si commette è quello di guardare a dei dettagli superflui per capire se una macchina è buona oppure no, invece che alla sostanza. Per capire la reale differenza tra le macchine occorre guardare al motore e ai pezzi meccanici. Spesso si può incorrere in alcune vetture molto difettose, che possono causare solo grandi problemi non appena le si acquista.

Le auto difettose che è meglio non comprare

La Ford presentò alcuni modelli di auto davvero difettosi, con problemi seri. Nel 1990 la casa automobilistica statunitense arrivò a vendere la Ford Explorer, un’auto che avrebbe raggiunto vendite esorbitanti per la sua affidabilità. La Ford investì tantissimo su questa vettura, salvo poi riscontrarne due grandi problemi. Il primo era quello che l’auto si ribaltava la seconda è che le ruote si staccavano con tanta, troppa facilità. Il secondo modello era la Ford Pinto. Qui il problema riguardava la posizione del serbatoio del carburante che si trovava sull’asse posteriore. Al primo urto poteva esplodere. Ecco perchè, essendo altamente rischioso, la Ford su costretta a ritirare la macchina dal mercato.

Anche l’Europa ha prodotto dei modelli con problemi. L’Audi, la casa automobolistica tedesca, negli anni ’80 produsse l’Audi 200. Qui il problema non era di natura elettrica o meccanica, ma riguardava il tappetino del lato guidatore che finiva sotto il pedale dell’acceleratore, bloccandolo. Nel 1972, invece, la Volkswagen produsse il modello Beetle. La vettura fu ritirata dal mercato a causa dei tergicristallo che si staccava da solo.

Anche in Italia abbiamo avuto dei modelli non all’altezza prodotti dall’Alfa Romeo e dalla Lancia. Il modello Alfasud, il più venduto della storia, aveva un problema con la ruggine. La macchina ne soffriva tantissimo, dato che le domande erano tantissime. Stesso problema anche per la Lancia Beta. A causa dei cambiamenti climatici la vernice soffriva di corrosione a tal punto che i pezzi furono ritirati dal mercato ancor prima di essere venduti.

La Toyota è la casa automobilistica con più problemi

La casa automobilistica che più di tutte ha dovuto ritirare le proprie auto del mercato è stata la Toyota. Nel mondo sono stati tolti dal mercato ben 6,39 milioni di modelli. In Europa 810mila e in Italia 200mila.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.