Roma nel caos: probelma traffico e parcheggi per gli automobilisti

A Roma continua il problema del traffico e delle auto in sosta permanente ai lati della strada. C'è bisogno di una rivoluzione, che richiede però diversi anni.

 

Il traffico, in una grande città come Roma, risulta essere un problema davvero grande ogni giorno. Ma nella Capitale a creare ancor più disagio sono i parcheggi, che spesso non si trovano. É sempre più una missione riuscire a trovare un posto libero dove parcheggiare la propria auto, soprattutto quando si va a lavoro. Lo sanno bene i romani che, addirittura, devono anche vedersela con quelli che vengono definiti automobilisti fantasmi, ovvero tutte quelle persone che lasciano la loro macchina ad un parcheggio per mesi senza mai rimuoverla, occupando un posto per nulla. A Roma, infatti, le auto private sono circa 1,7 milioni, ma i patentari sono solo 1,5. Un grande problema per gli automobolisti romani, soprattutto durante l’ora di pranzo.

Di fronte a questa situazione davvero raccapricciante saranno presi dei severi provvedimenti, così come ha dichiarato l’assessore comunale alla mobilità Eugenio Patanè.

Roma, il problema delle auto ferme

Il problema delle auto ferme ai lati delle strade è una delle grandi beghe per gli automobilisti romani, ma anche per tutti quelli che vivono o lavorano nelle grandi città. Questa situazione crea grandi disagi alla mobilità. Ad esempio possiamo immaginare il disagio per un automobilista romano che si alza presto la mattina per andare a lavoro e non riesce a trovare un parcheggio dove fermare la macchina per una giornata intera. Sarà costretto a perdere del tempo già dalle prime ore della giornata ed iniziare subito con lo stress addosso che poi si ripercuoterà per le successive ore. Non una situazione ideale che, oltretutto, si verifica spesso nelle grandi città.

C’è la possibilità di risolverla, ma i tempi sono molto lunghi. Come riporta l’assessore alla mobilità, ci vorranno almeno 4 o 5 anni. Inoltre c’è di mezzo anche il problema del traffico. In una grande città come Roma il traffico è sempre più in aumento. Come riportano alcuni dati, nel periodo post-pandemia la presenza di passeggeri nelle metropolitane è diminuita del 30%: si è passati da 700mila persone a sole 450mila. L’auto, dunque, rimane sempre il mezzo più utilizzato. Secondo il comune, per risolvere questa situazione, bisogna incentivare l’uso dei mezzi di trasporto e disincentivare quello del mezzo privato come l’auto.

Il problema dei mancati parcheggi è rilevato anche dal numero di multe effettuate dalle forze dell’ordine: nei primi cinque mesi dell’anno sono stati emessi ben 70mila verbali nelle aree del centro storico e Prati, 20.000 in più rispetto allo stesso periodo del 2021. C’è bisogno di una risoluzione netta.