Benzina prezzo record: ecco gli interventi messi in atto dal Governo

Il prezzo della benzina continua a salire: + 30, 5 centesimi per raggiungere una cifra record, mai toccata dal 1976. Cosa succederà nei prossimi giorni?

pompa di benzina
Foto di IADE-Michoko da Pixabay

Una vera e propria stangata per le famiglie italiane, che si trovano a dover fare i conti con un importante rincaro carburanti: si spendono in media 460 euro in più rispetto al 2021. Complessivamente la spesa aggiuntiva per le famiglia italiane si aggira intorno agli 11,96 miliardi di euro. Ci si interroga su quali saranno le nuove mosse del Governo italiano: “E’ una valutazione in corso, al momento non abbiamo alcuna indicazione né in un senso né nell’altro. In tutti questi mesi il Governo ha fatto sforzi straordinari sul piano finanziario proprio per tutelare non solo le imprese, ma anche le persone in difficoltà”, spiega dal Festival dell’Economia il ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, Enrico Giovannini.

Alle sue parole fanno eco quelle del ministro della transizione ecologica, Roberto Cingolani, che spiega come l’Italia si sia già mossa per trovare giacimenti importanti in altri Paesi che non vedano coinvolta la Russia. “Ci troviamo con una guerra imprevedibile, ed è difficilissimo risolvere la situazione in otto o dieci settimane, ma abbiamo fatto un lavoro enorme sulla diversificazione e dei 25 miliardi già contrattualizzati, metà fluirà dai nostri gasdotti e metà sarà gas liquido da rigassificare. Si porterà così al 100% la produzione dei tre rigassificatori che abbiamo in Italia e ne istalleremo altri due galleggianti, che verranno usati finché servirà”, ha precisato il ministro.

Energie rinnovabili e caro benzina: gli interventi del Governo per aiutare le famiglie italiane

Il nodo cruciale resta sempre la ricerca di fonti di energia rinnovabili per allentare sempre di più il cordone ombelicale della dipendenza dai Paesi che detengono il primato dell’erogazione carburanti. Per quanto riguarda l’Italia un rigassificatore galleggiante è già stato acquistato dagli Stati Uniti e sarà operativo nei primi mesi del 2023, mentre si sta già guardando avanti ai prossimi acquisti.

caro benzina
Foto di Rudy and Peter Skitterians da Pixabay

Cresce la preoccupazione tra gli italiani, che si trovano a dover rinunciare agli spostamenti superflui perché i costi sono diventati proibitivi. Un coro di proteste si leva da parte di chi utilizza l’automobile quotidianamente per recarsi al lavoro, macinando diversi chilometri: i mezzi pubblici non sempre rappresentano un’alternativa sostenibile e così ci si ritrova a spendere più di quanto si guadagna per conservare il proprio posto di lavoro. C’è bisogno di un intervento decisivo da parte del Governo per abbassare considerevolmente il costo della benzina e far rifiatare le famiglie italiane.