I 3 elettrodomestici che vi gonfiano la bolletta: spegneteli assolutamente

Per poter risparmaiare sulle bollette basta non utilizzare alcuni elettrodomestici ad alto consumo energetico e non così indispensabili.

 

Gli italiani sono sempre più in difficoltà in questi ultimi mesi. Il costo delle bollette della luce e del gas è davvero insostenibile e stare dietro a tutti i pagamenti non è facile. Con l’avvento della pandemia e la guerra tra Ucraina e Russia i prezzi sono aumentati. Per far fronte alla stangata delle bollette c’è, però, un modo per tagliare i costi. Alcuni piccoli accorgimenti potrebbero risultare vitali per risparmiare.

Prima di tutto è bene avere in tutta la casa le lampadine a led, che garantiscono sicuramente un risparmio energetico. Poi è importante avere l’edificio isolato dal punto di vista termico. In estate, ma anche in inverno, non avere una casa ben isolata comporta un utilizzo eccessivo di condizionati e caldaie con conseguente stangata sulle bollette.

Piccoli accorgimenti per risparmiare

Basta avere solo alcuni piccoli accorgimenti nell’arco di una giornata per risparmiare qualcosa sulla bolletta. Ad esempio è bene spegnere e non lasciare in stand-by una serie di elettrodomestici come il televisore. Sembra una cosa banale, ma lasciare una serie di strumenti attivi fa aumentare i costi sulla bolletta. É bene anche non mettere in funzione lavatrice e lavastoviglie mezze vuote, perchè ci sarebbe un spreco di acqua ed energia non indifferente. Inoltre, quando sono in funzione, è buona abitudine utilizzarle in modalità Eco perchè permette di risparmiare.

I tre elettrodomestici che bisogna spegnere per risparmiare

Ci sono alcuni elettrodomestici che è bene utilizzare in maniera moderata o, a volte, meglio proprio non accenderli. Il primo è l’asciugatrice. Si tratta di un elettrodomestico molto importante e quasi indispensabile per avere dei vestiti asciutti in tempi brevi, soprattutto durante le stagioni invernali. Anche se molto comodo, questo elettrodomestico grava molto sui consumi. Pertanto è meglio spendere 10 minuti in più ma stenere il bucato a mano. Inoltre il suo vantaggio sta anche nel preservare il colore e il profumo dei panni, che nell’asciugatrice vengono meno.

Un secondo elettrodomestico che può arrivare a consumare tanto è il ferro da stiro. Non è così strettamente indispensabile, dunque è bene non utilizzarlo così di frequente. Infine il terzo ed ultimo elettrodomestico che tra i tre è quello che consuma più energia è la friggitrice. Molti italiani, oggi, fanno uso di questo strumento, ma il suo consumo dal punto di vista energetico è estremamente elevato. Quindi, in questo periodo, è bene non accenderla e utilizzarla così di frequente.