Bonus auto e moto, tutto quello che c’è da sapere prima di fare qualsiasi acquisto

acquistare auto con bonus
Foto di Florian Pircher da Pixabay

Sono arrivati i nuovi incentivi verdi per auto e moto: tanti i bonus previsti per chi decide di acquistare nuovi mezzi e rottamare quelli vecchi! Ecco cosa devi sapere!

Stando a quanto dichiarato dai bene informati i nuovi bonus per auto e moto saranno notevoli: in questo 2022 sono pronti ad essere sbloccati ben 650 milioni di euro, stessa cifra che verrà destinata al 2023 e al 2024. Praticamente possiamo dire che in tre anni saranno due i miliari di euro destinati a questo incentivo.

Come è possibile usufruirne? Cominciamo con il dire che l’impianto degli incentivi è previsto per l’acquisto di auto elettriche: fino ad un costo di 35 mila euro più Iva sarà possibile richiedere un contributo di 3mila euro. Ma non è tutto: è possibile aggiungere altri 2mila euro rottamando la vecchia automobile inferiore a Euro5.

Bonus auto e moto: a quanto ammontano e come richiederli

I contributi da richiedere possono essere diversi: per acquistare veicoli di tipo ibrido plug-in con un prezzo che ammonta a circa 45mila euro più Iva è possibile richiedere un contributo di circa 2mila euro. E anche in questo caso si possono sommare altri 2mila euro dovuti alla rottamazione. Gli stessi 2mila euro di rottamazione possono essere utilizzati per acquistare auto con motori tradizionali a basse emissioni e alcuni modelli di mild hybrid e full hybrid che arrivano a costare fino a 35 mila euro più Iva.

acquistare moto con bonus
Foto di Pexels da Pixabay

Cosa succede, invece, nel caso delle moto? Nel caso di ciclomotori e motocicli elettrici e ibridi appartenenti alle categorie L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e, L7e, è possibile richiedere ed applicare  il bonus è del 30% del prezzo fino a 3mila euro, e del 40% fino a 4mila euro, ma solo se si rottama una moto in una classe da Euro 0 a 3. Un contributo del 40% rispetto al prezzo d’acquisto e di circa 2500 euro con rottamazione è invece assegnabile per l’acquisto di ciclomotori e motocicli termici nuovi appartenenti alle categorie L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e, L7e: è possibile usufruire di un ulteriore sconto del venditore del 5%.

Perché sono stati ideati questi bonus? Per dare una spinta al mercato delle auto e delle moto, dal momento che le vendite hanno subito un crollo del 33% rispetto al 2021 e del 44,4% rispetto agli anni precedenti alla diffusione del Covid. Con questi bonus ci si aspettano circa 200.000 immatricolazioni in più. Per quanto riguarda i tempi, invece, si parte ad utilizzare i bonus dalla metà di maggio. A sostenere gli incentivi ci pensa il fondo automotive da 8,7 miliardi creato dal ministro allo Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti.