Addio Bollo auto: chi è esente dal pagamento in maniera permantente

Quando si acquista un auto bisogna tenere ben presente i costi ad essa connessi. A partire dall’assicurazione, per continuare con la revisione, fino al ballo, ovvero la tassa regionale che bisogna versare obbligatoriamente. Chi non la fa va incontro a delle sanzioni fiscali molto pesanti, oltre che al fermo del veicolo e la decurtazione dei punti sulla patente. Gli importi variano da regione a regione ma, in alcune, è anche possibile evitare di pagarlo. Ad esempio sono esenti totalmente, o parzialmente, chi possiede veicoli elettrici oppure ibridi.

Bollo auto, chi potrà evitare di pagarlo

Il mese di maggio porta con sè diversi pagamenti. Uno di questi è il bollo dell’auto. Non tutti, però, saranno obbligati a versare nelle casse dello Stato questa cifra. In base ad alcune direttive ACI, in queste Regioni elencate di seguito, i proprietari dei veicoli sono esenti dal pagamento: Abruzzo; Campania; Friuli-Venezia Giulia; Lazio; Liguria; Sardegna; Sicilia; Umbria.

Invece, per quanto riguarda la Provincia autonoma di Bolzano, sono esonerati dal pagamento i seguenti veicoli:

  • consegnati ai concessionari per la rivendita;
  • destinati ai disabili;
  • elettrici, alimentati con GPL o metano, ibridi;
  • esportati temporaneamente in un paese extracomunitario;
  • storici.

Caso ancora diverso per quanto riguarda la Puglia, dove si può evitare di pagare il bollo per i veicoli a rischio furto o per quelli in demolizione. In Toscana, invece, sono esenti i proprietari dei veicoli per altri usi, come quello di soccorso sanitario, le organizzazioni di volontariato (ONLUS) e le organizzazioni non governative (ONG).

No al pagamento del bollo dell’auto: le esenzioni sono anche permanenti

L’esenzione dal pagamento del bollo dell’auto può essere, in alcuni casi, anche permanente. L’unica regola da rispettare è quella che il veicolo non superi una certa cilindrata per applicare l’IVA agevolata. Inoltre l’auto deve essere intestata ad una persona con disabilità, o ad un familiare che ha in carico una persona con disabilità. Inoltre c’è anche la possibilità che una persona certificata disabile abbia due macchine intestate. In quel caso varrà l’IVA agevolata solo per quella che viene usata con maggiore continuità.

Alcune Regioni, inoltre, possono anche estendere queste nuove normative (l’esenzione dal pagamento del bollo) anche ad altre categorie di cittadini. Per questo motivo bisogna controllare sul sito della Regione di appartenenza se si rientra nelle categorie di perosne che possono evitare di pagare il bollo dell’auto. Ed anche capire come pagarlo e quanti soldi versare per evitare pesanti multe.