Enorme danno per Mercedes: vetture ritirate per il grave problema

Nuovo problema per la Mercedes: ritirati dal mercato i modelli dal 2004 al 2015 per un problema all'impianto frenante.

Grandi problemi per la casa autonobilistica tedesca Mercedes. Quasi un milione dei suoi veicoli sono stati richiamati e tolti dal mercato per un problema all’impianto frenante. Ad annunciarlo è stata l’Autorità federale dei trasporti (KBA), che ha dichiarato come questi modelli difettosi sono quelli messi in commercio dal 2004 al 2025 della serie ML e GL SUV, e anche della monovolume di lusso Classe R. Le dichiarazioni della KBA sono avvenute nella giornata del primo giugno.

Mercedes, problema all’impianto frenante nei vecchi modelli

Il richiamo da parte della Mercedes di una serie di modelli difettosi non è certamente il primo e di certo, questo, non getta una bella luce sulla casa automobilistica tedesca. Quello avvenuto in questi ultimi giorni riguarda una serie di modelli prodotti tra il 2004 e il 2015. Inizialmente sembrava che bisognava ritirarne solo 300mila di queste vetture costruite tra il 2006 e il 2012 e destinate al mercato americano e canadese. Oggi invece la platea sembra essersi estesa a ben 70mila automobili, tutte in uso in Germania. Queste le dichiarazioni della nota casa automobilistica sulla deicisone di questo ritiro: Abbiamo scoperto che in alcuni di questi veicoli, la funzione del servofreno potrebbe essere influenzata da una corrosione avanzata nell’area del giunto dell’alloggiamento“.

La Mercedes raccomanda ai proprietari di questi veicoli di non usarli fino alla prossima ispezione e di portarli nell’officina indicata per effettuare tuti i controlli necessari sull’impianto frenante. Nel caso in cui venissero rilevate delle anomalie, l’intero impianto verrà cambiato dall’officina stessa gratuitamente. Se non vengono riscontrati problemi, invece, la vettura potrà continuare a circolare per altri due anni prima di sottoporsi ad un nuovo ed ulteriore controllo.

Mercedes, vetture ritirate anche negli USA negli anni passati

Quello del 2022 è solo l’ultimo dei richiami da parte della Mercedes. Prima di questo ce ne è stato un altro nel 2021 per 1,3 milioni di auto che sono state richiamate per un problema al software. Questo problema fu riscontrato nelle vetture che circolavano negli Stati Uniti. In quel caso ad aver subito un malfunzionamento era stato il servizio di emergenza eCall. Infatti nell’ottobre del 2019 questo sistema di emergenza non riuscì a localizzare una vettura, poichè non potè inviare le informazioni precise ai soccorritori che tardarono molto ad arrivare, mettendo a rischio la vita dell’automobilista.

Il sistema invece, in caso di incidente, malore o qualsiasi altro problema, avrebbe dovuto notificare tutto al centro operativo un’avaria, per mettere a qualsiasi auto medica o a qualsiasi ambulanza più vicina di soccorrere in modo tempestivo il o i passeggeri.