Categorie
News

Allarme zecche: a cosa fare attenzione e come comportarsi in caso di morso

In estate ritorna il pericolo zecche: il morso di questi piccoli parassiti può causare diverse malattie. Scopriamo come difenderci e cosa fare se si entra in contatto con una zecca.

zecca parassita
Foto di Nicooografie da Pixabay

Le zecche si presentano come piccoli parassiti che scelgono di attaccarsi a diverse specie animali, come piccioni e cani, ma è possibile che si attacchino anche all’uomo per succhiarne il sangue. Benché il loro morso sia indolore, le zecche sono veicolo di brutte malattie che possono risultare anche mortali. Esistono anche le cosiddette “zecche dei boschi”, che prediligono un clima fresco e umido e si annidano all’interno della vegetazione più alta.

Per evitare di essere preda delle zecche è possibile attuare una serie di buone pratiche come, ad esempio, vestirsi con abiti chiari e utilizzare pantaloni lunghi quando ci si muove in spazi con folta vegetazione. In caso di escursioni osserviamo attentamente gli indumenti e alcune zone del corpo, in cui tendono ad annidarsi le zecche, come testa, collo, ginocchia, fianchi. Esistono anche numerosi repellenti per zecche, a base di DEET o N-dietiltoluamide e Icaridina o KBR3023.

Cosa fare per rimuovere una zecca: metodi e consigli, elenco delle malattie trasmesse

Ricordiamoci di non utilizzare mai prodotti o strumenti come alcol, benzina, acetone, trielina, ammoniaca, olio o grassi, fiammiferi o sigarette. Procuriamoci una pinzetta con punte sottili e rimuoviamo il parassita tirando dolcemente con un leggero movimento di rotazione. Disinfettiamo bene la zona e rivolgiamoci al medico nel caso in cui la zona appaia rossastra e si riscontrino sintomi come febbre, mal di testa, debolezza, dolori alle articolazioni, ingrossamento dei linfonodi.

zecca dei boschi
Foto di Erik Karits da Pixabay

Quali sono le principali malattie trasmesse dalle zecche? Eccone un elenco:

  • l’encefalite da zecca o Tbe
  • la malattia di Lyme
  • la rickettsiosi
  • la febbre ricorrente da zecche
  • la tularemia
  • la meningoencefalite da zecche
  • l’ehrlichiosi.

Per scongiurare il pericolo di queste malattie, dal 2019 la Regione Veneto garantisce la vaccinazione anti-encefalite da zecche (TBE) gratuitamente. Il consiglio è sempre quello di fare molta attenzione durante gli spostamenti estivi nelle zone di montagna e di alta vegetazione e al contatto con gli animali, domestici e non. Le malattie trasmesse dalle zecche sono molto serie e ci sono stati diversi casi in Italia, come una recente morte causata da encefalite da zecca. Una buona prevenzione e un accurato controllo in corrispondenza di gite fuoriporta ed escursioni risultano indispensabili per proteggersi dagli attacchi di questi piccoli parassiti che si nascondono nei boschi e tra i peli dei nostri amati amici animali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.